Pasta fresca integrale al sugo di melanzane e robiola Nonno Nanni

Buongiorno!

Questa ricetta risale ad agosto, quando, avendo la cucina tutta per me, mi sono adoperata per prepararmi pranzetti che, oltre a riempirmi la pancia, mi riempissero gli occhi e mi coccolassero un pò…Sì, perchè sono dell’idea che viziarci fa bene, ci fa bene all’anima, a noi stessi… bisogna volersi bene, a partire dal cibo, dall’apparecchiatura della tavola anche se siamo da soli…e devo dire che questo piattino mi ha reso soddisfatta e contenta!

Ricetta a km 0 perchè ho usato le melanzane dell’orto del babbo! Che grande invenzione e devo dire che ad agosto invece di andare a fare la spesa, andavo nell’orto e guardando le varie coltivazioni, decidevo lì per lì che fare! 🙂

IMG_0051[1]

Mi sono aiutata con la Robiola di Nonno Nanni, buona, fresca e gustosa, capace di rendere il piatto delicato! E poi quando sai che dietro a questa azienda c’è attenzione per l’ambiente, beh, cucinare è tutta un’altra storia!

INGREDIENTI:

– 2 melanzane piccole o 1 grande;

– robiola di Nonno Nanni

– olio q.b;

– acqua;

– sale e pepe;

– pasta fresca integrale

Iniziate con il lavare le melanzane, tagliate la parte del picciolo e tagliate a dadini.

In una padella mettete un pò di olio e mettete a cuocere i dadini di melanzana, aggiungendo poco alla volta un pò di acqua, in modo che non si attacchi alla padella fino a cottura. Aggiungete sale e pepe.

Una volta pronte, aggiungete la robiola di Nonno Nanni e mescolate per amalgamare.

Una volta cotta anche la pasta, tenete da parte un bicchierino di acqua della cottura, che andrete ad aggiungere al sughetto, mescolate e aggiungete la pasta continuando a mescolare in modo da amalgamare il tutto.

Impiattate e …buon appetito!

IMG_0052[1]

Spaghetti alla chitarra con crema di melanzane e granella di pistacchi

Questa ricetta mi è venuta voglia di provarla dopo aver guardato una puntata di Cuochi e Fiamme, dove una concorrente ha fatto la crema di melanzane.

Sono sincera: non avevo idea dell’esistenza di questa meraviglia e avendo a disposizione un orto di melanzane, mi sono messa subito all’opera!

Il mio errore è stato nono sbucciare le melanzane, però aggiustando un po’ di qua e un po’ di là, gli spaghetti alla chitarra si sono fatti mangiare con gusto! E poi come tocco personale ho voluto provare a spolverare sopra la granella di pistacchi tritati…Mi sarebbe garbato andare in ferie in Sicilia e quindi, per riempire questa mancanza… sto usando sapori e ingredienti che secondo me ricordano i mari cristallini siciliani!

Magari poi unn’è vero nulla, ma a me mi garba pensare così 🙂

INGREDIENTI:

– 2 o 3 melanzane ( io ho preso quelle lunghe );

– 1 spicchio d’aglio;

– 10 pistacchi non salati tritati a pezzetti non fini;

– olio;

– 3 foglioline di basilico;

Iniziate a tagliare le melanzane a dadini ( io non ho sbucciato le melanzane, ma bisogna togliere la buccia) e metteteli in una padella con un poco di olio e uno spicchio d’aglio. Fate stufare le melanzane, aggiungendo un po’ di sale e un po’ di pepe. Una volta pronte, mettetele dentro un pentolino o nel contenitore del mixer, aggiungendo un po’ di olio evo e un poco di acqua calda e mixate il tutto, fino ad ottenere una crema. Aggiustate di sale, senza esagerare in quanto , una volta pronta la pasta, dovrà essere riscaldata con un po’ di acqua di cottura della pasta.

Prendete la cremina, mettetela in una padella e fate riscaldare con un filo di olio. Cuocete la pasta e prima di scolarla, tenete da parte un po’ di acqua di cottura. Scolate la pasta, mettetela nella padella insieme alla crema di melanzane, aggiungete le foglie di basilico e l’acqua di cottura per emusionare il tutto e per creare una cremina più fluida. Mescoalte il tutto, fate la porzione di pasta nel piatto e spolverizzate con la granella di pistacchio. 

Buon appetito!

foto 3-7 foto 2-9