Meline cotte

Penserete che sia impazzita, ma giuro che non è così! A tutto c’è una giustificazione, anche a questo post invernale in un giorno d’estate! 🙂

Stavo rovistando tra le mille e passa foto che ho sul cellulare e ad un certo punto trovo questa delle mie meline cotte: sì, mie, perchè dovete sapere che non mi sono mai piaciute così tanto, ma quest’anno ho campato solo di quelle e quante “litigate” con il mio babbo per mangiare la più bella, per aggiudicarsi l’ultima e per prendere il sughetto raffermo nel fondo della teglia!

Questa ricetta sa proprio di inverno, ma a me rievoca dei momenti di famiglia che mi riscaldano il cuore: il prepararle, il numerarle per decidere quante ne mangerò io e quante ne toccheranno al mio babbo e la mamma che dice “ed io?” e Toby seduto sulla sedia che osserva attentamente la lavorazione delle meline, annusando da lontano per capire se possono piacere anche a lui …. Tutte immagini impresse nella mia testa, nei miei ricordi, nelle scene che sono capaci di darti un senso di benessere… Immagini impresse e racchiuse nel mio cuore!

Per la ricetta delle meline cotte, sono necessarie mele piccole, non grosse, di quelle durine ma dolcine, le classiche meline 🙂

P.S.: Domani vado al mare…quindi…. vi auguro un buon fine settimana! A presto! 😉

INGREDIENTI:

– meline quante ne volete voi

– miele

– uvetta

– buccia d’arancia (2 aranche ) tagliata a pezzetti

– un cucchiaino ( nemmeno ) di contreau per melina

Prendete le meline e togliete con un coltello la parte del gambo, facendo una bella incisione scavata della mela, posizionarle nella teglia, mettere un cucchiaino di contreau dentro ogni melina e a seguire una goccia o due di miele, metterci la buccia d’arancia, mettere un pò di uvetta ( e se volete anche qualche prugna secca ) e mettere in forno per un’oretta/ un’oretta e mezzo… Calde sono buone, ma sono decisamente gustose fredde!!!

foto (1)

Con questa ricetta partecipo al  I°Contest di Le Tre Cucchiarelle

Mojito

Cosa c’è di meglio di un buon mojito come aperitivo?

Ieri sera ero a cena da mia sorella e mio cognato e appena arrivata, lui mi fa “ho la menta profumata…si fa un mojito?” ed io ” ma hai tutto l’occorrente?” e lui “quello che mi mancava sono andato a comprarlo!”…e allora …facciamo il mojito!

Negli ultimi anni che ho vissuto a Padova ( ho fatto Università e poi vissuto lì per un totale di 12 anni ) ho lavorato come barista, e devo dire che non ero niente male… quello che più mi piaceva fare e che mi veniva veramente bene, erano i pestati: mojito, caipiroske, caipirinhe erano i miei cavalli di battaglia! A fine serata avevo il braccio muscoloso, ma si vedeva e si sentiva che ci mettevo passione! 🙂

Quindi ieri sera mi sono divertita a tornare indietro con il tempo, anche se per dieci minuti, ma mentre pestavo menta, lime e zucchero dei piccoli flashback mi si presentavano davanti e il sorriso nasceva nella mia faccina… 🙂

Ognuno ha la sua ricetta per fare il mojito.

Questa è stata la mia di ieri sera!

INGREDIENTI :

– 2/3 lime tagliati a pezzetti

– ghiaccio tritato

– rum bianco ( ma di solito viene utilizzato anche quello scuro: l’importante è che sia un buon rum )

– acqua tonica ( o acqua gassata )

– zucchero di canna

– menta

Prendete un bicchiere e pezzetti di lime e 2/3 cucchiaini di zucchero di canna, pestate il tutto con il pestello, aggiungete le foglie di menta premendo leggermente al resto, aggiungete il ghiaccio tritato, il rum e infine l’acqua tonica. Mescolate il tutto shakerando o con un cucchiaio dal basso verso l’alto… e gustatevelo con tutta la calma possibile!

mojito

Con questa ricetta partecipo al contest “Stasera aperitivo da me!”

Muffins ciliegiosi

Siamo passati dalle fragole alle ciliegie ed ora la maggior parte delle ricette hanno questo frutto che io trovo meraviglioso: se buone, davvero una tira l’altra!

La cosa più gustosa? Mangiarle direttamente dall’albero mentre si stanno raccogliendo: 2 nel cestino e 1 in bocca… e alla fine si arriva all’ora di mangiarle già pieni 🙂

Ho ripreso dal mio “mattone” di ricette una ricettina con la farina di farro e come facevo a non fare i muffins? Avevo saltato l’altra settimana, ma domenica mattina ( dopo aver lavorato il sabato sera durante la Notte Bianca a Quarrata ) mi sono svegliata e il pensiero è stato “MUFFINS! MUFFINS!”…quindi, ho fatto colazione e mi sono messa subito a mescolare gli ingredienti magici!

Sono stati apprezzati anche da Toby che non ama i sapori un pò diversi 🙂

INGREDIENTI: ( 8 muffins )

– 230 gr di farina di farro

– 100 gr di zucchero

– 2 uova

– 1 bustina di lievito

– 125 gr yogurt magro bianco

– 70 gr di olio evo

– 1/2 buccia limone grattugiata

– 1 pizzico di sale

– cioccolato bianco

– frutta ( ciliegie )

Sbattere le uova con lo zucchero, con il sale e la scorza di limone grattugiato utilizzando la frusta elettrica. Quando il composto si presenta chiaro e spumoso aggiungere qualche cucchiaio di farina di farro e amalgamate bene; versate l’olio e mescolate. Aggiungete a tutto questo qualche cucchiaio di farina setacciata con il lievito. Mescolare.

Dopo aver mescolato, aggiungete lo yogurt e la rimanente farina; dopo aver mescolato bene il composto, aggiungere le ciliegie tagliate a pezzetti e  amalgamate il tutto. Aggiungete il cioccolato bianco a pezzetti.

Riempite i pirottini nello stampo dei muffins, decorate come più vi piace e mettete a cuocere in forno a 170° per 25 minuti…e buon appetito!

foto (1) foto (2) foto (3) foto (6) foto (9)

Con questa ricetta partecipo al Contest I love red fruits di L’alveare delle delizie

Contest-RFal contest di Una Fetta di Paradiso “Dolci con farine speciali” 

e al contest “La mia rubrica improvvisata a tema: i muffin!”

 

 

Il mini che ricarica!

In questi giorni il caldo si è fatto sentire e le forze ogni tanto vengono meno.

Per il dolcino della domenica ci vuole qualcosa che non appesantisca, qualcosa che non ti lasci gonfia e che dia freschezza!

Avevo pensato di fare un unico cheesecake, ma ci sembrava tanta l’immagina di una fetta ( il caldo dà alla testa 🙂 ) e quindi la soluzione è stata il mini cheesecake!

Per queste prelibatezze ho ripreso, una ricetta presa dal blog di Zampette in pasta modificandola un pochetto per le papille gustative della famiglia! 🙂

INGREDIENTI:

– 150 gr di biscotti frollini Galbusera Leggeri Così

– 70 gr di burro

– 250 gr di ricotta

– 80 gr di zucchero a velo

– 1 bustina di vanillina

– 6 gr di colla di pesce

– 3 cucchiai di panna fresca

– ciliegie tagliate a pezzetti

Prendete i biscotti e passateli nel mixer fino a ridurli in polvere. Aggiungerli al burro fuso in precedenza e mescolare bene il composto. Con l’impasto ottenuto andate a formare la base dei cheesecake dentro i pirottini che avrete messo in uno stampo da muffin, premendo con le mani in modo da livellarlo. Una volta completati, mettere nel frigo.

Prendete la ricotta e mescolatela allo zucchero a velo e alla vanillina.

Mettete la colla di pesce in una ciotola di acqua fredda.

Nel frattempo mettete i 3 cucchiai di panna a riscaldare. Una volta riscaldata, mettete la colla di pesce strizzata completamente e mescolare fino a quando si è completamente sciolta.

Aggiungete la panna e colla nella ciotola della ricotta e mescolate il tutto. Tagliate a pezzetti le ciliegie e mettetele nel composto.

Versate il composto sopra il fondo dei biscotti, decorate con le metà delle ciliegie e mettete in frigo per 3 ore.

Una volta pronti tirate via i pirottini e …buon appetito!

foto-3 foto-4
foto-6foto-2Con questa ricetta partecipo al Contest Colors and Food

al contest I Love Cheesecake di Una Fetta di Paradiso

e al Contest I love red fruits di L’alveare delle delizie

Contest-RF

Ma sono davvero Muffins?

Oggi è venerdì e si pensa alla ricetta da fare.

Una ricetta fresca che aiuti a sopportare il caldo e allo stesso tempo gustosa. Ho già in mente qualcosa!

Intanto questi sono stati i miei primi muffins. Li volevo fare in tutti i modi e trovata la prima ricetta su internet, l’ho messa in pratica!

La foto fa veramente pena, ma non avevo idea che da lì in poi mi sarebbe preso il pallino dei dolci, delle foto e del blog 🙂

Rileggendo la ricetta ora e dopo aver fatto tanti muffins ( li amo!!! 🙂 ) mi sono resa conto che forse forse non erano proprio quello che credevo…forse mi sbaglio, ma sembra piuttosto la ricetta della base dei cupcakes… sbaglio?

RICETTA PER 12 MUFFINS
DOSI
– 190GR BURRO
– 200GR ZUCCHERO
– 1/2 CUCCHIAINO DI BICARBONATO
– UN PIZZICO DI SALE
– 1 BUSTINA DI VANILLINA
– LATTE FRESCO INTERO 200ML
– 3 UOVA
– 400GR FARINA
– 1 BUSTINA DI LIEVITO
PREPARAZIONE
ACCENDETE IL FORNO A 180°. FATE AMMORBIDIRE IL BURRO A TEMPERATURA AMBIENTE, AGGIUNGETELO ALLO ZUCCHERO E POI SBATTETE GLI INGREDIENTI ENERGICAMENTE ( CON LO SBATTITORE) PER QUALCHE MINUTO, FINO A CHE IL COMPOSTO RISULTI CREMOSO. UNITE LE UOVA UNA ALLA VOLTA AL COMPOSTO DI BURRO E ZUCCHERO SEMPRE SBATTENDO;
AGGIUNGETE IL LATTE TIEPIDO A FILO E CONTINUATE A SBATTERE FINOA QUANDO LA CONSISTENZA RISULTERA’ BEN LISCIA, GONFIA E OMOGENEA. MISCHIATE E SETACCIATE IN UNA CIOTOLA LA FARINA, IL LIEVITO, IL BICARBONATO, LA VANILLINA E IL SALE, E UNITELI POCO ALLA VOLTA AL COMPOSTO, FINO A CHE IL TUTTO RISULTERA’ CREMOSO E SENZA GRUMI.
PER ULTIMO AGGIUNGETE 80 GR DI GOCCE DI CIOCCOLATO, TENENDONE 20 GR DA PARTE PER DECORARE LA SUPERFICIE DEI MUFFIN. METTETE L’IMPASTO IN UNA SAC A POCHE, PREPARATE UNO STAMPO DA MUFFIN CON I PIROTTINI E RIEMPITELI FINO AL BORDO.DOPO AVER RICOPERTO TUTTI I MUFFIN CON LE GOCCE DI CIOCCIOLATO PONETELI IN FORNO VENTILATO PER CIRCA 20 MINUTI. A COTTURA AVVENUTA SPEGNETE IL FORNO E LASCIATELI RIPOSARE IN FORNO 5 MINUTI A SPORTELLO APERTO, DOPODICHè POTRETE ESTRARLI E LASCIARLI RAFFREDDARE COMPLETAMENTE.

foto (5)

Diamo a Cesare quel che è di Cesare, ovvero… i Cantucci del babbo!

I Cantucci di Prato rientrano nella tradizione toscana, più specificatamente  nella tradizione pratese insieme ai bruttiboni, ma a livello mondiale sono i cantucci che la fanno da padrone.

Non esiste una ricetta vera e propria: oddio no, esiste, ma chiunque si sia cimentato in questa ricetta ha sempre modificato qualcosa, quindi si può dire che ognuno ha la sua ricetta…

Tra questi “ognuno” c’è il mio babbo che ormai va ad occhio: ogni volta mette o leva un pò di zucchero, mette un pò più mandorle e la volta dopo le toglie (a Toby non piacciono le mandorle! ) ma ogni volta questi biscotti sono una vera poesia!

E di conseguenza, non potevo non dedicare un post a queste bontà che non smetteresti mai di mangiare e al mio babbo che ogni volta ci mette una passione incredibile!

La ricetta originale è questa:

– 500 grammi di farina

– 200 grammi di zucchero

– 150 grammi di burro

– 300 grammi di mandorle (con la pelle)

– 4 uova

– una bustina di lievito per dolci.

Su un piano di lavoro si dispone la farina “a fontana”, quindi si aggiungono 3 uova, il lievito e lo zucchero. Per aromatizzare maggiormente i biscotti si può grattare anche un po’ di scorza di limone, ma attenti a non esagerare: la scorza tende a farsi sentire un po’ troppo una volta cotto l’impasto, quindi solo una leggera grattata.

Con le mani si impasta lungamente, fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. Solo a questo punto si aggiungono le mandorle all’impasto, lavorando ancora quel tanto che basta a distribuirle uniformemente.

L’impasto va quindi diviso in filoncini, che appoggerete sulla teglia del forno precedentemente coperta dall’apposita carta, da spennellare abbondantemente con l’uovo rimasto. Si cuociono nel forno per circa 20 minuti, fino a che non diventano marroni all’esterno. A questo punto si sfornano e – dopo una diecina di minuti – si tagliano obliquamente con un grosso coltello affilato (dando un taglio netto e deciso, da tagliare bene anche le mandorle).

I biscotti di Prato si gustano freddi, magari accompagnati da un vino liquoroso… Ovviamente la loro morte è con il Vinsanto toscano!

foto (5)

foto (1)

Pausa yogurt

Amo lo yogurt come gusto gelato e durante il caldo penso che sia una goduria per rinfrescarsi il palato!

Dove vivo io, a Quarrata in provincia di Pistoia, c’è una gelateria molto conosciuta, dove fanno un gelato meraviglioso e il più delle volte ti devi mettere in fila e armarti di pazienza prima di gustarti il tuo cono o coppetta per la gente che c’è, ma ne vale veramente la pena! Ho mangiato i migliori gelati, gusti golosi che non attaccano nemmeno i sensi di colpa, perchè sono davvero troppo buoni!

Da due anni hanno aperto la yogurteria e ..apriti cieloooo!!!

Mamma mia…uno yogurt da mille e una notte, da applauso, da commuoversi e con questo caldo, la manna dal cielo!

Non ho la ricetta, ovviamente, ma volevo condividere con voi questa pausa yogurt in un martedì con 40° esterni e con un sole caldo meraviglioso!

Buona giornata! 😀

foto (5)

Torta mousse al cioccolato…con grattatina di bianco!

E’ arrivato finalmente il caldo e con lui la voglia di cose fredde, tra le quali anche e soprattutto i gelati o i dolci al cucchiaio…

Ormai sapete tutti della mia dipendenza da contest e dal blog di

Fairies’s Kitchen ho “rubacchiato” una delle ricette per il Recipe-tionist di Giugno e cosa non potevo copiare se non una ricetta dolce? 😀

La ricetta di questa domenica è stata La torta mousse al cioccolato!

Con 35° gradi esterni una fetta di questa ha saputo rimettere al mondo anima, spirito e soprattutto temperatura corporea 🙂

INGREDIENTI:

Per la base al cioccolato:
– 4 uova
– 125g zucchero
– 75g farina 00
– 50g cacao amaro
– 30g burro fuso
Per bagnare
– 2-3 cucchiai di latte
Per la mousse al cioccolato
– 440g cioccolato, misto di latte e fondente
– 440g panna fresca
– 5 uova
– 180g zucchero

– 50g burro

– cioccolato bianco per guarnire ( aggiunta io )

PREPARAZIONE
Per la base al cioccolato. Montare lo zucchero e le uova fino a farle diventare spumose e bianche (a nastro). Unire la farina setacciata con il cacao amaro, mescolando con una spatola dall’alto verso il basso. Unire il burro fuso a filo. Mescolare delicatamente il tutto e infornare a 190°C per circa 25-30 minuti. Tirare dal forno e far raffreddare
Per il ripieno di mousse al cioccolato. Separare i tuorli d
agli albumi. Montare a neve ferma questi ultimi e metterli da parte. In una ciotola, montare i tuorli con lo zucchero, finché non otterrete un composto bianco. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria con il burro. Far raffreddare e unire al composto di uova e zucchero. Mescolare. In un’altra ciotola, montare la panna ben fredda. Unire al composto di cioccolato, uova e zucchero, prima gli albumi montati a neve, delicatamente, con movimenti dall’alto verso il basso, e poi, con lo stesso movimento, anche la panna.

Completare. Bagna la base al cioccolato con del latte. Versare sulla base la mousse e mettere in frigo per almeno 4-5 ore. Prima di servire spolverizzare con il cacao amaro, grattare il cioccolato bianco e …buon appetito!

foto-19message-7foto-20foto-12
foto-15

foto-14

Con questa ricetta partecipo al contest Recipe-tionist di Giugno

e a Dolci freschi, il Contest di Vale cucina e fantasia

dolci freschi,il contest

Yeppa Yeppa!

Oggi sono contenta per svariati motivi: uno di questi è il caldo! aaaahhhh finalmente è arrivato!

Il mio umore stava diventando troppo grigio ed ora ho il sorriso stampato sul mio bel faccino 😀

Il secondo motivo è che si sta avvicinando la domenica per andare al mare e potrò fare la lucertola come piace fare a me: otto ore sotto il sole a dormire, cianare ( parlare ), osservare la gente e gustarmi il mare…. Quest’anno ho la protezione 30..sto invecchiando…da due sono passata a 30…e spero vivamente di non ustionarmi….  Sabato sera si prepara il borsone, il costume e la domenica sveglia presto per partire!!!!

Il terzo motivo , ma non ultimo di importanza , riguarda il pacco che è arrivato oggi alle 12:15 invece di arrivare martedì della prossima settimana! Cosa conteneva il pacco? Il libro di Luca Montersino e il libretto in francese di biscotti con il timbro per i biscotti !! 

Sono felice come una bambina!

Le ricette per il fine settimana le ho già decise e la lista è stata già fatta, quindi questi libretti verranno utilizzati per le prossime settimane, ma sono orgogliosa degli acquisti fatti!!!

Che dirvi?

Se non ci si risente in questi giorni ( dubito, ma non si sa mai…), vi auguro un buon fine settimana!!!

Immagine Immagine

Biscotti ingannevoli… ovvero, Bruttini eh, ma boni!

Ho fatto dei biscotti…
Appena li vedrete sono sicura che farete una faccia un pò schifata… Forse li ho fatti cuocere troppo ( non ho usato il forno normale, ma ho usato il forno a legna… forse ci siamo distratti un pò… non lo so… ), ma dentro sono morbidissimi… e nell’impasto ho usato la ricotta…
Insomma… visto che i Brutti Boni esistono di già in toscana, ho inventato l’apparenza ingannevole…
Si presentano malino, ma hanno un gusto leggero…
A me mi sono garbati! 🙂

INGREDIENTI:
– 300 gr di farina
– 150 gr di ricotta
– 1 uovo
– 100 gr di zucchero
– 1 bustina di lievito vanigliato
– latte q.b.
– fragole ( frutta ) tagliata a pezzetti

In una ciotola mescolate la farina con la ricotta, aggiungere lo zucchero, l’uovo, la bustina di lievito e il latte. Impastate e formate una palla omogenea, avvolgerla nella pellicola e lasciate riposare in frigo per 30 minuti.
Nel frattempo preparate il ripieno, tagliando a pezzetti le fragole ( o la frutta ) e se volete, aggiungete un pò di marmellata dello stesso gusto della frutta: io non l’ho messa perchè non avevo marmellata di fragole in casa.
Passati il tempo di riposo dell’impasto, distendetelo a sfoglia, formate dei cerchi, mettete al centro un pò di ripieno ( non troppo perchè fuoriesce durante la cottura ) e richiudete bene dai lati.
Mettete in forno a 180° per 10 minuti e… buon appetito!

foto (4)